FINANAZIAMENTI A FONDO PERDUTO PER GIOVANI PROFESSIONISTI
Finanza Agevolata - 24/03/2017

Avviso per la concessione di contributi a fondo
perduto finalizzati al finanziamento di programmi
di investimento presentati da liberi professionisti
operanti sul territorio regionale.

SCARICA L'INFORMATIVA

SCARICA IL FORMAT PER LA DOMANDA


Finalità

Il presente Avviso ha la finalità di sostenere le attività dei liberi professionisti, in forma singola e/o associata, operanti sul territorio regionale attraverso la concessione di agevolazioni a sostegno di programmi per investimenti materiali e immateriali, prevalentemente per l’innovazione tecnologica e digitale con particolare riguardo alle tecnologie abilitanti.
Sarà data priorità ale domande presentate da giovani professionisti, in forma singola con età non superiore a 35 anni e in forma associata con la presenza di almeno un professionista di età non superiore a 35 anni


Beneficiari
1. liberi professionisti in forma singola che abbiano eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Regione Campania;
2. “aspiranti liberi professionisti in forma singola” ossia persone fisiche, non ancora in possesso di una partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare.
3. associazioni tra professionisti mono e multidisciplinari aventi il luogo principale di esercizio nel territorio della Regione Campania.
PER LIBERO PROFESSIONISTA SI INTENDE ANCHE CHI ESERCITA UNA PROFESSIONE SENZA OBBLIGO ISCRIZIONE AD ALBI PROFESSIONALI. PER I PROFESSIONISTI ORGANIZZATI IN ALBI VIGE INVECE L’OBBLIGO DI ISCRIZIONE AL PROPRIO ALBO PROFESSIONALE.


Investimenti ammissibili
Programmi di investimento finalizzati all’avvio e allo sviluppo di attività professionali da svolgere in luoghi di esercizio ubicati sul territorio della Regione Campania che presentino spese in attivi materiali e immateriali per l'innovazione tecnologica e digitale pari almeno al 70% del programma di investimento.


Contributo concedibile
Contributo a fondo perduto pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili.
Il contributo massimo concedibile non potrà superare € 25.000,00.