BANDO ISI INAIL
Bando ISI INAIL - 01/03/2019

Finalità

Con il bando Isi 2018 INAIL rinnova ancora una volta il proprio impegno per il welfare del Paese, mettendo a disposizione delle imprese complessivamente 33.005.122 euro di contributi a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Obiettivi

Incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché, incentivare le PMI operanti nel settore della produzione agricola per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro per abbattere le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento, conseguire la riduzione del livello di rumorosità.

 

Destinatari

I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e per l’Asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore

 

Progetti ammessi a contributo

Sono ammessi a contributo progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

  1. Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori (Asse di finanziamento 1);
  2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1)
  3. Progetti per la riduzione del rischio di movimentazione manuale di carichi (Asse di finanziamento 2);
  4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3);
  5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4);
  6. Progetti per PMI operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5)

Tipologie di intervento

  1. Asse di finanziamento 1 acquisto e installazione di macchinari e impianti per la:
    1. Riduzione del rischio chimico (acquisto e installazione di impianti di aspirazione; cappe, cabine di verniciatura, sistemi di isolamento);
    2. Riduzione del rischio rumore mediante realizzazione di interventi ambientali o mediante sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine (acquisto e installazione di pannelli fonoassorbenti; cabine, separazioni, silenziatori, trattamenti ambientali; sostituzione di macchine o trattori agricoli e forestali)
    3. Riduzione del rischio derivante da vibrazioni macchine (sostituzione di macchine quali martelli demolitori, perforatori, seghe, motoseghe, tagliaerba, macchine con operatore a bordo)
    4. Riduzione del rischio biologico (installazione o modifica impianti di aspirazione, acquisto di cabine di sicurezza, box per la manipolazione di materiali infetti)
    5. Riduzione del rischio di caduta dall’alto (acquisto di ancoraggi puntuali, lineari flessibili e rigidi)
    6. Riduzione del rischio infortunistico mediante sostituzione di trattori o macchine
    7. Riduzione del rischio sismico (acquisto e posa in opere di scaffalature antisismiche);
    8. Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento (acquisto di sistemi di monitoraggio ambientale.

 

  1. Asse di finanziamento 1 per l’adozione di:
    1. Un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI ISO 45001: 2018
    2. Un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti Sociali
    3. Un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti
    4. Un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato
    5. Un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 non asseverato
    6. Un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000
    7. Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

 

  1. Asse di finanziamento 2 per la:
    1. Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti (letti e/o attrezzature

idonei al sollevamento dei pazienti; tavole di scorrimento; cinture ergonomiche, ausili speciali per grandi obesi)

  1. Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi (manipolatori, piattaforme, sistemi automatici di alimentazione)
  2. Riduzione del rischio legato ad attività di traino e spinta di carichi (manipolatori, sistemi automatici di alimentazione)
  3. Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza

 

  1. Asse di finanziamento 3 per la:
    1. Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie
    2. Rimozione di MCA da mezzi di trasporto
    3. Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.)
    4. Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto
    5. Rimozione di coperture in MCA
    6. Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto

 

  1. Asse di finanziamento 4:
    1. SETTORE PESCA
      1. Riduzione mediante acquisto di piattaforme rialzabili, macchine per il trasporto del pescato, macchine per la produzione del ghiaccio
      2. Riduzione del rischio infortunistico mediante acquisto di argani, paranchi, verricelli
  • Riduzione del rischio emergenza mediante acquisto di dispositivi lanciasagola, trasmettitori, zattere di salvataggio
  1. Riduzione del rischio rumore e vibrazioni mediante acquisto di pannelli fonoassorbenti, cappottature, schermi acustici
  2. Riduzione del rischio incendio mediante acquisto di rilevatori di gas, apparecchiature antincendio
  3. Riduzione del rischio ambientale

 

  1. SETTORE TESSILE
    1. Riduzione del rischio infortunistico mediante sostituzione di macchine per preparazione fibre, filatura, tessitura, taglio, calzaturificio
    2. Riduzione del rischio rumore mediante acquisto di cabine, separazioni, silenziatori
  • Riduzione del rischio chimico mediante acquisto di impianti di aspirazione, cappe, o sostituzione di macchine per la tintura, stampa di filati e tessuti, lavorazione delle pelli, lavorazione del cuoio
  1. Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporti carichi mediante acquisto di manipolatori, piattaforme, carrelli
  2. Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta freqeunza mediante automazione completa o parziale di fasi del ciclo produttivo

 

  1. Asse di finanziamento 5
    1. Acquisto di trattore agricolo o forestale e/o di macchine agricole o forestali che determinano un miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell'azienda agricola
    2. Acquisto di trattore agricolo o forestale e/o di macchine agricole o forestali alimentate a gasolio aventi, per almeno due parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 35% ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    3. Acquisto di trattore agricolo o forestale e/o di macchine agricole o forestali alimentate a gasolio aventi, per almeno due parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori dal 20% al 35% rispetto ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    4. Acquisto di macchine agricole o forestali alimentate a benzina aventi, per almeno un parametro, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 35% ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    5. Acquisto di macchine agricole o forestali alimentate a benzina aventi, per almeno un parametro, valori delle emissioni inquinanti inferiori dal 20% al 35% rispetto ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    6. Acquisto di macchine agricole o forestali elettriche
    7. Acquisto di attrezzatura intercambiabile che permette un abbattimento delle emissioni inquinanti attraverso la riduzione del consumo di carburante della macchina motrice o del trattore del 30% rispetto ad analoga attrezzatura intercambiabile di proprietà dell’impresa
    8. Acquisto di trattore agricolo o forestale con contestuale rottamazione di analogo trattore immesso per la prima volta sul mercato in data antecedente al 1 gennaio 1998
    9. Acquisto di macchine agricole o forestali con contestuale rottamazione di analoghe macchine obsolete
    10. Acquisto di trattore agricolo o forestale il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore sia inferiore a 2 dB(A) rispetto ai limiti previsti dalle direttive o dai regolamenti comunitari di riferimento
    11. Acquisto di trattore agricolo o forestale il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore sia inferiore a 1 dB(A) rispetto ai limiti previsti dalle direttive o dai regolamenti comunitari di riferimento
    12. Acquisto di macchine agricole o forestali il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore sia inferiore di almeno 3 dB(A) rispetto allo stesso valore misurato sull’analoga macchina di proprietà dell’azienda
    13. Acquisto di macchine agricole o forestali il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore sia inferiore di almeno 2 dB(A) rispetto allo stesso valore misurato sull’analoga macchina di proprietà dell’azienda
    14. Automazione di una fase produttiva precedentemente svolta manualmente

 

Ammontare del contributo

Il contributo, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’Iva come di seguito riportato:

per gli Assi 1, 2, 3 e 4 nella misura del 65% delle spese sostenute e con i seguenti limiti:

-           Assi 1, 2 e 3 il contributo massimo erogabile è pari a € 130.000 ed un finanziamento minimo di euro 5.000. Per le imprese fino a 50 dipendenti non è fissato il limite minimo;

-           Asse 4 il contributo massimo erogabile è pari a € 50.000 ed un finanziamento minimo di euro 2.000.

per l’Asse 5 nella misura del:

-           40% per le imprese agricole;

-           50% per i giovani agricoltori

Sia per l’asse 5.1 sia per l’asse 5.2 il massimo erogabile è pari ad euro 60.000, il minimo 1.000 euro.

 

Modalità di presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite posta elettronica certificata, come specificato negli avvisi regionali.

A partire dal 11 aprile 2019 e fino al 30 maggio 2019, sul sito www.inail.it – Servizi on line, le imprese hanno a disposizione una procedura informatica che consente loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di contributo con le modalità indicate negli avvisi regionali.

Dal 06/06/2019 le aziende la cui domanda abbia raggiunto, o superato, la soglia minima di ammissibilità potranno accedere al sito per ottenere il proprio codice identificativo da utilizzare al momento di inoltrare la domanda online nelle date e negli orari di apertura dello sportello informatico. I contributi verranno assegnati sulla base dell’inserimento in graduatoria che verrà costituita con la procedura a “click day”.

 

SUPPORTO TECNICO E AMMINISTRATIVO DELLA DA.DIF. CONSULTING SRL

La nostra società dispone della competenza e dell’esperienza per affiancare l’azienda in ogni fase, dalla verifica della idoneità rispetto ai requisiti, fino alla rendicontazione finale necessaria per il conseguimento del contributo. Al fine di poter istruire correttamente le singole domande, è necessario che le stesse vengano inviate entro e non oltre il 30/05/2019.